Abc

Chloe Bennet riflette sulla lunga evoluzione di Quake e saluta Agents of S.H.I.E.L.D.

>

È stato un diavolo di viaggio, ma Agenti dello S.H.I.E.L.D . la star Chloe Bennet si sta preparando a dire addio al Marvel Cinematic Universe, insieme al ruolo di supereroina che ha occupato durante i suoi anni formativi.

SYFY WIRE ha chiacchierato con Bennet su SCUDO . è l'ultima stagione, e si è aperta su tutto, dai viaggi nel tempo al ritorno di Coulson come Life Model Decoy. L'abbiamo anche contattata per quelle voci che tornerà in una serie Disney + (sono solo voci, anche se sarebbe sicuramente un gioco se la Marvel lo chiedesse davvero). Con questo spettacolo che si conclude dopo sette stagioni, Bennet si è aperta sul viaggio che ha intrapreso e su quanto il suo personaggio sia cambiato lungo la strada.

È un tale cambiamento. In primo luogo, sono stata scelta per interpretare un hacker di computer di nome Skye che viveva in un furgone, quindi la mia descrizione del lavoro nella seconda stagione è cambiata davvero all'improvviso con una trasformazione molto fisica, spiega, poiché il suo personaggio Skye è stato infine rivelato essere un fumetto. personaggio Daisy Johnson, alias Quake. Ma quello che mi piace di questo è che non è stato veloce. La transizione è avvenuta dentro e fuori dallo schermo, e sento che quando mi sono iscritto per la prima volta allo show, non avevo idea di quanto questa esperienza avrebbe significato per me, e di quanto sarebbe stato parte della mia vita questo show. Sono cresciuto nello show.



Bennet ha continuato spiegando come vede molto di sé in Daisy, essendo cresciuta insieme al personaggio negli ultimi anni: ho iniziato quando avevo 21 anni e ne avevo 27 quando abbiamo finito e quelli sono anni piuttosto formativi. Sento di essere cresciuta insieme a lei per tutta la serie, dice. Farla intraprendere questo viaggio di scoperta e ottenere lei stessa i superpoteri e realizzare con un grande potere è molto responsabile - ma anche un sacco di merda davvero strana che non sei preparato ad affrontare. Questa è probabilmente la mia battuta preferita di tutto lo spettacolo [ Ride ].

Quindi come si riflette questa evoluzione nella stagione 7? Secondo Bennet, Daisy ha finalmente raggiunto una calma e comprensione con la persona che vuole essere. Ha persino riportato un po' di quella personalità della prima stagione per cercare di chiudere l'arco mentre la serie si congeda.

Sento che è molto più in pace con chi è e dove si trova. Non c'è più risentimento. Non è emo come la quarta stagione. C'è molta più solidità dentro di lei, dice. Ho cercato di iniettare un po' più di Skye in lei nell'ultima stagione come un momento a tutto tondo. È solo un po' più a suo agio nella sua pelle, a suo agio con i suoi poteri, e si diverte un po' di più in questa stagione.

151666_4942

Credito: ABC

Passando alla serie nel suo insieme, Bennet dice che crede SCUDO . ha trovato così tanto successo perché gli è stato dato il tempo di trovare le sue gambe – per raccontare storie ben oltre quella prima stagione quando i fan stavano ancora cercando di capire esattamente cosa sarebbe stato questo primo ramo TV del MCU. In parole povere, ci è voluto un po' prima che i fan si impegnassero di più nello spettacolo stesso che nella speranza di cameo sul grande schermo: ci sono circa 130 ore di contenuti con questi personaggi nelle case delle persone ogni settimana, dice. È un vero privilegio far parte di qualcosa che va avanti da così tanto tempo.

La prima stagione, in realtà, tutte le nostre domande sull'intervista riguardavano se avremo un'apparizione da Iron Man o Capitan America – solo quale Avenger vi farà visita ragazzi? Quanto ne farà parte l'MCU? lei continua. Ma con il passare degli anni quelle domande sono praticamente inesistenti ora, perché la gente vuole sapere cosa accadrà con Fitz e Simmons, qual è il rapporto ora con Daisy e Coulson? Come stanno Yo-Yo e Mack? Le persone hanno passato così tanto tempo con questi personaggi, e questo perché abbiamo avuto più tempo.

Lo spettacolo inoltre non ha avuto paura di diventare meta e denso con la sua mitologia e riferimenti incrociati, una mossa che Bennet dice è un cenno ai fan che sono rimasti fedeli allo spettacolo dal salto.

Siamo una specie di spettacolo raro che sento davvero come se migliora ogni stagione. Penso che per i fan in particolare, abbiamo una base di fan così incredibile che è stata così leale e così paziente con le nostre trame e capire che migliora con il tempo, dice. Ci sono così tante battute incorporate che, se lo guardavi con qualcuno che non aveva mai visto lo spettacolo, ti rendevi conto, 'Beh, questo è un riferimento alla stagione 4' e 'Questo è un riferimento alla stagione 6'. premia davvero chi è stato con noi fin dall'inizio.

Anche se lo spettacolo è una cosa, Bennet è sicuro di accreditare i fan per il loro ruolo nel mantenere vivo lo spettacolo e ricordando loro quanto lo spettacolo significhi per le persone - e come quei fan sono cresciuti con lo spettacolo, proprio come ha fatto Bennet.

Come nella nostra prima stagione al Comic-Con, ricordo di aver incontrato qualcuno che era così giovane, e ora è al college, dice. Poter crescere insieme ai fan è stato davvero divertente. Per essere un pezzo speciale della vita delle persone come quello, delle famiglie che lo guardano insieme. È una cosa speciale sapere che siamo stati un punto fermo così a lungo. Lo rende davvero speciale.

Episodi dell'ultima stagione di Agenti dello S.H.I.E.L.D . va in onda il mercoledì sera su ABC.



^