Fangrrls

Libro contro Flick: La casa per bambini speciali di Miss Peregrine

>

Ogni volta che passavo La casa per bambini speciali di Miss Peregrine in libreria, mi intrigava sempre la sua copertina di una bambina che fluttuava sopra la terra. Tuttavia, non è stato fino alla notizia dell'adattamento cinematografico previsto dal libro nientemeno che da Tim Burton che alla fine ho deciso di acquistare il tascabile e aggiungerlo alla mia libreria. Oh, e devo aggiungere il fatto che la mia amata Eva Green che interpreta il personaggio titolare di Miss Peregrine ha solo addolcito l'accordo.

Mi ci è voluta una settimana (o meno) per consumare le 382 pagine (che includevano un'intervista con l'autore Ransom Riggs e un estratto del suo seguito). Mi sono ritrovato a divertirmi immensamente e ho persino detto a mia sorella di leggere (cosa che avrebbe fatto tramite audiolibro). Dopo aver realizzato quanto fosse bello il libro, ero ancora più entusiasta di vederlo prendere vita. E se qualcuno potesse portare un libro sui bambini strani sul grande schermo in un modo divertente e fantasioso, sarebbe Tim, giusto? Beh, mi sbagliavo.

Dopo aver terminato il libro, ho iniziato a prestare maggiore attenzione alle anteprime e ai trailer del film e ho notato una grande differenza: hanno cambiato la peculiarità della protagonista femminile principale con quella di un personaggio di sfondo per motivi di intrattenimento. Ed era una libertà creativa di cui non ero affatto un fan.



Per coloro che non hanno familiarità con il romanzo, segue l'adolescente Jacob Portman mentre scava nel passato del suo defunto nonno e si reca a Cairnholm, nel Galles, per indagare sull'orfanotrofio in cui viveva suo nonno con bambini con abilità straordinarie. Dopo una serie di eventi, Jacob scopre che i bambini particolari non solo sono reali, ma sono ancora vivi e si nascondono dai mostri che li cacciano.

Una delle principali peculiarità è Emma Bloom. È una scintilla esuberante con la capacità di creare fuoco nel palmo della sua mano. Era anche la fidanzata del nonno di Jacob. Nel film, tuttavia, non solo hanno cambiato l'aspetto di Emma, ​​ma hanno scambiato la sua particolarità con quella della giovane orfana Olive Elephanta, la cui particolarità è essere più leggera dell'aria. Olive, a sua volta, è diventata un'adolescente dai capelli rossi il cui unico ruolo era quello di appiccare il fuoco occasionale e servire come interesse amoroso apparentemente non corrisposto di un'altra peculiare.

Sebbene infastidito, ho capito perché hanno scelto di seguire questa strada. Un personaggio in grado di controllare l'aria può prestarsi a bei momenti fantastici e carichi di CGI. Tuttavia, il cambiamento è stato piuttosto sconcertante per me, poiché avevo imparato a conoscere Emma come era nel libro e mi piaceva per questo. La sua potenza di fuoco non era affatto inutile, ma ho cercato di guardare oltre nella speranza che il resto del film sarebbe stato divertente finché fosse rimasto per lo più fedele al libro. Ragazzo, mi sbagliavo.

Dopo aver ascoltato le recensioni poco brillanti del film (così come la controversia sulla mancanza di diversità di Tim Burton con il cast), ho deciso di non andare al cinema e ho aspettato che il film fosse disponibile in DVD.

All'inizio, il film sembrava piatto e noioso nonostante il libro fosse un po' un volta pagina. Mentre il libro inizia con la vita apparentemente noiosa di Jacob, la morte brutale e misteriosa di suo nonno e le successive rivelazioni di segreti di famiglia mettono in moto tutto. Sfortunatamente, tutto questo è stato troncato in scene della durata di un battito di ciglia o condensate in una riga di dialogo.

A rendere le cose un po' più a disagio è stato il ritmo strano e instabile. Le sessioni di terapia di Jacob dopo la morte di suo nonno vengono ignorate per iniziare la sua avventura a Cairnholm e tutto il lavoro investigativo svolto da Jacob per scoprire l'orfanotrofio è stato buttato fuori. Ho cercato di accettarlo come una decisione presa per mantenere il film sulla buona strada per il tempo, ma quello che ha fatto veramente è stato trovare il tempo per quello che è diventato un po' di cibo poco brillante e immagini un po' carine.

Quando ci viene presentata Miss Peregrine (Eva Green), è allegra e ridicolmente ossessionata dal tempo. In effetti, è più concentrata sul tempo che sul protettore delle sue accuse, come nel libro. Questo mi ha sfregiato nel modo sbagliato, ma vivo per Eva, quindi l'ho perdonata.

Ma il resto del film è diventato un po' troppo imperdonabile.

La storia d'amore in erba tra Jacob ed Emma era appena arrivata. Lo stesso con la tortura di Emma per essersi innamorata del nipote del suo ex fidanzato. Il film è saltato goffamente avanti e indietro tra il ciclo degli anni '40 e i giorni nostri con poco o nessun tempo per spiegare gli strani eventi che costruiscono il climax del film (e del libro). Invece, si è concentrato sull'esagerare i poteri dei bambini, la maggior parte dei quali è tornata utile in scene che non sono mai accadute, come il restauro di una vecchia nave da guerra e scene di azione/combattimento nell'attuale 2016, che - onestamente - non hanno fatto un accidente senso.

Sul serio, come è stato Enoch (il bambino con il potere della resurrezione temporanea) in grado di andare in giro con dozzine e dozzine di cuori scossi per resuscitare scheletri o animare un gigantesco elefante di metallo?! Siamo seri.

Il ruolo di Sam Jackson come The Barron era nella migliore delle ipotesi OK, ma quando si considera che Tim ha alterato l'antagonista originale - Dr. Golan / Mr. Barron — per poter ingaggiare Sam, ma non ha ritenuto necessario farlo con altri membri del cast dell'ensemble, mi sono chiesto perché ritenesse giusto scegliere una persona di colore come cattivo, ma non uno dei giovani eroi.

Il finale accattivante del libro è stato sostituito da un lieto fine affrettato che (di nuovo) era insensato e mi ha lasciato con più domande su come gli sceneggiatori avrebbero potuto pensare che ciò che hanno scritto fosse migliore del materiale originale. Mi sono anche chiesto se avessero concluso il film come hanno fatto nel caso in cui le possibilità di sequel (dato che il libro fa parte di una trilogia) fossero scarse a zero ... che (dopo aver visto questo) sembra essere il caso.

Ascolta, ho assolutamente bisogno di una licenza creativa con adattamenti da libro a live-action, ma penso che questi studi tendano a dimenticare che è stato il contenuto originale che li ha spinti a volerne fare un film... quindi forse è meglio tieni alcune cose così come sono.



^