Universo Cinematografico Marvel

Lo sceneggiatore di Black Widow non aveva idea di dove fosse diretta quella scena post-credit: 'Chi mi sto fottendo?'

>

A questo punto, tutti coloro che lavorano a un progetto dei Marvel Studios sanno che stanno creando gli elementi costitutivi di una storia più grande. Vedova Nera lo sceneggiatore Eric Pearson ne è sicuramente ben consapevole, grazie a una carriera che include la co-scrittura Thor: Ragnarok e facendo riscritture su tutto da Uomo formica a Avengers: Endgame .

quanti jedi sono morti nell'ordine 66

Pearson ha una chiara comprensione dell'interconnettività del MCU a questo punto, ma a volte anche lui può essere gettato per un giro. Ecco perché, quando la Marvel è venuta da lui con l'idea per la sequenza dei titoli di coda del loro ultimo film, si è un po' preoccupato.

**ATTENZIONE SPOILER: Spoiler per la fine di Vedova Nera avanti.**



parlando con Il giornalista di Hollywood sul processo di scrittura del film in un'intervista che ha coperto tutto, dalle prove con la star del film alla rivelazione di Taskmaster, Pearson ha detto che 'non riusciva ad arrivare al [suo] computer abbastanza velocemente' quando lo studio gli ha detto cosa volevano per una rivelazione dei titoli di coda alla fine del film. Anche se il nuovo personaggio di Julia Louis-Dreyfus, Valentina Allegra de Fontaine, alla fine è apparso per la prima volta in Il falco e il soldato d'inverno, grazie in parte al rimpasto della pandemia, Pearson è stato tra i primi creatori ad affrontare portandola in vita nel MCU, ed era entusiasta di poter lavorare con la leggendaria attrice.

Quello che forse è stato un po' meno elettrizzante è stata la realizzazione che la Marvel gli stava chiedendo di organizzare qualcosa per cui non aveva una ricompensa: la rivelazione che Valentina era mandando yelena (Florence Pugh) per uccidere Occhio di Falco, l'uomo che lei sosteneva fosse responsabile della morte di Natasha Romanoff. Che, se hai visto Avengers: Endgame , lo sai che è un po più complicato di così.

'Mi sono sentito male. Mi hanno detto che dovevo farlo, quindi ero davvero entusiasta di dover fare molto per modellare la personalità di Valentina, ma mi hanno detto: 'e poi alla fine, questo è l'obiettivo'. E io ero tipo, 'Cosa significa?' Erano tipo, 'Non preoccuparti. Non devi saperlo', ha detto Pearson. 'Ero tipo, 'Chi sto rovinando? Sta succedendo qualcosa! Non ho una risposta per questo.' Erano tipo, 'Non è necessario. Lo scopriremo.' Ricordo di averlo scritto e di essermi sentito super in colpa. 'Spero che qualunque scrittore stia lavorando a questo prossimo capitolo sarà d'accordo con quello che gli ho fatto.'

Pearson non ha approfondito le circostanze dietro la rivelazione, o cos'altro potrebbe avergli detto la Marvel, quindi non siamo sicuri che abbia scoperto da qualche parte lungo la strada che i Marvel Studios stavano pianificando un Occhio di Falco serie e un'apparizione per Val in Il falco e il soldato d'inverno . Ma anche se glielo dicessero, è un inferno di stuzzicare e impostare semplicemente passare a un altro scrittore.

Guardando il quadro più ampio, è molto chiaro che Val sta tramando qualcosa e che conta sulla sua influenza sia su Yelena che su John Walker per far sì che accada qualcosa, ma i film MCU sono spesso tanto sul soddisfare le avventure autonome quanto su interconnettività, quindi il semplice lancio di quel pezzo del puzzle nell'etere doveva rendere Pearson un po' nervoso.

Black Widow: cosa sapere sull'attesissimo film Marvel

Un'altra cosa che ha reso Pearson un po' nervoso: riscrivere i dialoghi e interpretarli per le star Scarlett Johansson, Florence Pugh, David Harbour e Rachel Weisz nel bel mezzo delle prove per la scena vitale della 'riunione di famiglia' del film intorno a un tavolo da pranzo. Come ha spiegato Pearson, la regista Cate Shortland era molto desiderosa di prendersi del tempo per provare quella scena e trovare il giusto equilibrio tra emozione e commedia, il che significava che gli attori avevano tutto il tempo per elaborare alcune loro idee, il che a sua volta significava che Pearson doveva tornare con pagine fresche e, in una certa misura, eseguirle per un quartetto di attori della major league.

'È un tavolo abbastanza intimidatorio da solo', ha detto Pearson. 'E sono tutti lì che sbocciano tutte le loro idee ed è così travolgente all'inizio. Entro il secondo giorno, sono stato in grado di abbattere molte idee. Ricordo che ho dovuto eseguire parte della scena perché l'ho portata a Cate durante una pausa. Ha detto: 'Devi [recitare]'. Letteralmente mentre stavo leggendo, stavo indicando per chi sto parlando. A un certo punto, Harbour fa, 'Oh OK'. Ha iniziato a vedere cosa stavo cercando. Ero tipo, 'Grazie a Dio, sta funzionando.''

Sceneggiatore del Marvel Cinematic Universe: Buon lavoro se riesci a ottenerlo, ma sicuramente non senza i suoi mal di testa.



^