Fossili

Il più grande fossile di T-Rex mai scoperto potrebbe cambiare ciò che sappiamo sui dinosauri

>

Mentre siamo ancora (almeno) a pochi anni dalla clonazione dei dinosauri e dalla costruzione di parchi a tema intorno a loro, il consenso scientifico sul loro tempo sulla Terra milioni di anni fa è stato messo in discussione da una recente scoperta di fossili.

La scorsa settimana, il 65 percento di uno scheletro di Tyrannosaurus rex è stato scoperto nel Saskatchewan, in Canada, e per National Geographic , è il più grande mai scoperto. Con un fatturato di ben 19.500 sterline, questo particolare dinosauro ha vissuto fino alla veneranda età di almeno 28 anni.

Questo rende il fossile, soprannominato 'Scotty', il più grande e longevo T-Rex mai scoperto. E la sua scoperta significa che alcune lucertole del tuono predatori sono vissute più a lungo e sono diventate più grandi di quanto si pensasse in precedenza.



'Man mano che verranno trovati più esemplari di questi altri teropodi, troveremo i loro 'Scottys:' i loro individui particolarmente grandi e particolarmente anziani, ha detto Scott Persons, capo dello studio e ricercatore post-dottorato dell'Università dell'Alberta. 'Non mi sorprenderebbe che quegli animali si rivelassero in grado di aumentare la gamma delle dimensioni del corpo, potenzialmente sovrapporsi o addirittura superare ciò che sappiamo dal T-Rex'.

'Scotty' vagava per la Terra da qualche parte intorno a 68 milioni di anni fa, quando il Canada era un paradiso subtropicale, solo di nome. Il fossile conteneva una massiccia crescita ossea tra due denti, che probabilmente significava un'infezione, e diversi coccige rotti, tutti indicanti la Cretaceo non era un picnic.

'Non è stata una vita facile, nemmeno per il re dei dinosauri predatori, a giudicare da tutte queste ferite', ha detto Nizar Ibrahim, paleontologo dell'Università di Detroit Mercy.

Jonathan Strange e Mr Norrell hanno cancellato

Vale la pena notare che 'Scotty' è stato scoperto per la prima volta nel 1991 e ha preso il nome dalla bottiglia di scotch che la squadra sul campo aveva a disposizione per celebrare le loro scoperte. Ci sono voluti quasi 30 anni, tuttavia, per scavare correttamente tutti i suoi resti scheletrici dalla roccia in cui erano incastonati.

Naturalmente, lo sforzo sembra più che valsa la pena, poiché continuiamo a ricostruire com'era la vita allora e come i nostri predecessori sulla Terra sono stati in grado di sopravvivere. Prima di iniziare a clonarli per i nostri futuri parchi a tema, ovviamente.



^