Star Wars: Episodio Iv - Una Nuova Speranza

La scena migliore e più cruciale in Star Wars è Luke che finisce con R2-D2 dopo che R5-D4 si rompe

>

Star Wars: Episodio IX – L'ascesa di Skywalker segna la fine della Skywalker Saga, una serie di nove film che ha attraversato 42 anni e tre generazioni di personaggi per catturare l'immaginazione e il cuore di milioni di fan in tutto il mondo. Anche se è impossibile riassumere tutto ciò che amiamo di questi film, noi di SYFY WIRE ci proveremo.

Fino a L'ascesa di Skywalker , stiamo analizzando e celebrando le nostre scene preferite della serie. Oggi, ci concentriamo sulla scena critica in Star Wars: Episodio IV - Una nuova speranza in cui Luke quasi manca di incontrare R2-D2.

È una piccola scena, non grandiosa come le enormi battaglie che coinvolgono X-Wings e AT-AT e TIE Fighters, né scioccante come Darth Vader che taglia la mano a Luke. Ciò che manca in grandezza e drammaticità, tuttavia, compensa con sottile umorismo e la consapevolezza che questo momento è il fulcro della prima trilogia, la ragione per cui Luke si è trovato in un viaggio che ha comportato la distruzione della Morte Nera, baciando sua sorella , e scoprire chi è suo padre.



La scena si svolge all'inizio di Star Wars: Episodio IV – Una nuova speranza , sulle dune sabbiose di Tatooine, dove un branco di Jawa sta impegnando droidi rubati al coltivatore di umidità Owen Lars (Phil Brown) e al suo giovane nipote, Luke Skywalker (Mark Hamill). Iniziamo con lo zio Owen, che esamina la merce malconcia e sceglie un'unità R5-D4 rossa su un Artoo peggio per l'usura. Ha anche un divertente scambio di battute con C-3PO e finisce per comprarlo anche perché il droide protocollare può capire il linguaggio binario dei vaporizzatori di umidità e parlare le bocce - due abilità che qualsiasi coltivatore di umidità di Tatooine apprezzerebbe.

Lo zio Owen incarica un Luke angosciato adolescente di ripulire i loro nuovi acquisti, cosa che il ragazzo accetta a malincuore (ma non prima di lamentarsi di voler prendere alcuni convertitori di potenza alla stazione di Tosche con i suoi amici). Luke è un buon nipote anche se lunatico, tuttavia, e così fa un cenno all'astromeccanico R5 e dice: 'Dai, Red, andiamo!' È una frase semplice, davvero. Nessuno pensa che abbiano alcuna importazione. Ma sono le ultime parole di Luke a R5-D4 e, in effetti, le ultime parole che dice nel capitolo della sua vita in cui non è altro che un adolescente annoiato su Tatooine.

trituratore tmnt fuori dall'ombra

Mentre Red insegue Luke, C-3PO si volta rassegnato dal suo vecchio amico Artoo, pensando che i loro viaggi prenderanno finalmente strade diverse. Ma poi Rosso cambia il corso della storia; fuma, smette di muoversi e si spegne. Luke dà un'occhiata al droide e dichiara che l'astromeccanico ha un motivatore difettoso! I Jawa stanno cercando di fare un veloce tentativo con i coltivatori di umidità? Lo zio Owen li accusa di questo, e C-3PO vede un'opportunità e difende il suo vecchio amico, definendo Artoo 'un vero affare'. Lo zio Owen e Luke sono abbastanza persuasi da prendere invece R2-D2.

R5D4_04 copia

Credito: Lucasfilm

Luke incontra R2-D2 è un momento cruciale nel Guerre stellari universo. È anche il momento: ben 20 minuti in Star Wars: Episodio IV - Una nuova speranza – dove spostiamo la nostra attenzione lontano dal droide e verso questo ragazzo amico della Forza con i capelli flosci e un'affinità per le corse e le riprese di ratti womp.

dietro le quinte cowboy e alieni

Quei primi 20 minuti, tuttavia, riguardano tutti Artoo; è la storia delle origini del droide, se guardi i film dalle loro date di uscita reali invece della timeline del Guerre stellari universo. Fino a quando non viene acquistato dallo zio Owen, R2-D2 è il protagonista; è incaricato di una misteriosa missione segreta, va nel deserto da solo quando C-3PO non vuole più seguirlo e supera quella che sembra una sconfitta insormontabile quando viene fulminato e catturato dai Jawa. Il coraggioso piccolo astromeccanico combatte contro tutto, anche cercando invano di seguire Luke e C-3PO quando Red viene scelto al suo posto.

E tutto sembra perduto - è perso - fino a quando Red non si rompe per caso.

Ciò che rende questa scena da buona a grande è il fatto che tocca anche un tema ricorrente della Skywalker Saga: gli eventi fortuiti si verificano attraverso la volubilità casuale del destino o sono spinti a verificarsi dalla Forza?

Se il motivatore di Red fosse durato solo qualche secondo in più, Artoo sarebbe tornato nel futuro dei Sandcrawler dei Jawa e di Luke, per non parlare del di galassie - avrebbe incontrato un destino molto diverso. Guardando solo al canone dei film, la domanda è aperta. guardando Guerre stellari media al di là dei film, però, possiamo trovare una risposta.

Nel pre-2012 Guerre stellari (ora considerata la 'Leggenda' da quando la Disney ha acquisito la Lucasfilm), il retroscena di Red è stato esplorato in altre trame, inclusa l'antologia a fumetti del 1999 I racconti di Star Wars 1 , in cui era un droide amico della Forza di nome Skippy che, dopo aver avuto una visione alimentata dalla Forza del destino di Luke, ha fatto sembrare che il suo motivatore non funzionasse correttamente, così lo zio Owen avrebbe scelto Artoo.

Con l'acquisizione della Lucasfilm da parte della Disney, quella storia non è più canonica. Ciò che è canonico, tuttavia, è il racconto incantevole e straziante 'The Red One' di Rae Carson. In questo racconto, trovato nell'antologia Da un certo punto di vista , R2-D2 convince R5-D4 a crollare di proposito dicendo al suo collega astromeccanico che sta lavorando per la Ribellione. Dopo aver sentito la posta in gioco, Red decide di rinunciare alla sua possibilità di vivere i suoi giorni in una fattoria umida per aiutare il bene più grande.

Alla luce di quel retroscena, è giusto dire che Red è il vero eroe di questa scena. R2-D2 fa sicuramente in modo che il sacrificio del suo connazionale non sia stato vano.



^