Confederato

Prima di Confederate della HBO, questo film ha affrontato la stessa storia alternativa in un modo diverso

>

Una delle storie di cultura pop più chiacchierate delle ultime settimane è stata L'annuncio della HBO di confederato , una nuova serie drammatica da Game of Thrones gli showrunner David Benioff e D.B. Weiss che immagina che la Confederazione abbia vinto la Guerra Civile, lasciando un mondo in cui esiste ancora l'istituzione della schiavitù. Mentre l'idea di Benioff e Weiss che affrontano un argomento così intrigante è intrigante per alcuni fan, per altri l'idea di resuscitare la schiavitù, anche nella finzione, era comprensibilmente problematica. Il contraccolpo dei social media all'idea di confederato è stato rapido e appassionato, ma HBO ha finora rimase fermo nella sua decisione di sviluppare la serie .

Nonostante le polemiche, però, confederato non è il primo pezzo di finzione ad affrontare il tema di una Confederazione duratura. Harry Tortora Vittoria del Sud serie di romanzi è uno di questi lavori, e un altro è un film a basso budget scritto e diretto da Kevin Willmott nel 2004: C.S.A.: Gli Stati Confederati d'America .

Prendendo lo stile di un 'mockumentary', il film suona come un episodio esteso di La guerra civile di Ken Burns , completo di interviste 'esperte' e fotografie d'archivio ritoccate. Nella timeline alternativa di C.S.A. , la Confederazione vince la battaglia di Gettysburg dopo che le truppe britanniche e francesi si sono unite alla loro parte (sono persuase a sostenere il Sud per motivi economici), respingendo l'esercito dell'Unione. Alla fine le truppe confederate marciano su Washington D.C. e conquistano la capitale, mandando in fuga il presidente Lincoln e ponendo fine alla guerra un anno prima di quanto accadde nella vita reale.



Con la nazione saldamente sotto il suo controllo, la Confederazione cerca di espandere la sua portata globale con un desiderio simile al destino manifesto di conquistare essenzialmente l'intero emisfero occidentale. Il suo razzismo si estende oltre gli schiavi neri e alla fine, ad esempio, la nazione attacca il Giappone nel 1941 (invece della versione reale di Pearl Harbor, che era il contrario) per combattere le paure del 'pericolo giallo'.

Il film di Willmott intreccia un'elaborata sequenza temporale alternativa, incorporando personaggi storici reali tra cui John F. Kennedy, Adolf Hitler e altri in una storia che postula cosa sarebbe successo se una nazione così economicamente guidata da un'istituzione razzista fosse salita allo status di superpotenza e avesse avuto il permesso di persistono fino al XX secolo. L'intenzione generale era quella di creare uno sguardo satirico sulla discriminazione in corso in America, commentando questioni di vita reale (entra in gioco un muro di confine, per esempio) attraverso la lente della storia alternativa. È un effetto potente, anche se il budget ridotto del film si vede in alcuni punti.

C.S.A: Gli Stati Confederati d'America è stato pubblicato su YouTube nella sua interezza un paio di anni fa. Dai un'occhiata se sei un appassionato di storia alternativa e vedi come si confronta alla fine con i piani della HBO per un risultato diverso nella guerra civile.



^