Libri Titani

Il romanzo di Batman: The Killing Joke ti farà sorridere: leggi un estratto esclusivo

>

Con l'abbondanza di serie di eventi a fumetti di Batman, titoli indipendenti, graphic novel, crossover e spin-off là fuori, non crederesti mai che qualcosa legato al Cavaliere Oscuro possa sgattaiolare via e sorprenderti. Ma questo è esattamente ciò che DC è Batman: The Killing Joke romanzo fa perfettamente.

Rilasciato oggi, 25 settembre, e scritto dagli autori di romanzi gialli Christa Faust e Gary Phillips, è un'eccezionale espansione della graphic novel del 1988, vincitrice dell'Eisner Award, Lo scherzo dell'uccisione , di Alan Moore e Brian Bolland. Pensalo come un'offerta letteraria intima simile a romanzi di lungometraggi in cui siamo dotati di ulteriori livelli di dettaglio e profondità emotiva - qui immersi nella complessa storia delle origini del Clown Prince of Crime.

scherzo dell'uccisione

Batman: The Killing Joke è il primo dei tre romanzi originali di Batman di DC pubblicati dalla Titan Books di Londra, con gli altri due, Amore pazzo e Corte dei Gufi, in arrivo rispettivamente a novembre 2018 e febbraio 2019. All'interno di questo romanzo iniziale, gli autori ispirati mostrano un interesse illuminante per i personaggi e gli angoli della Gotham City di Batman e le tenebrose profondità della sua corruzione psicologica.



Killing_Joke

È un curioso ibrido, che aggiunge una dimensione soddisfacente alla mitologia di Batman di 80 anni e ti porta in luoghi inaspettati. Più che un fumetto, più coinvolgente di una graphic novel o di un videogioco, l'esperienza è una scoperta rinfrescante che sarà un elisir geniale per i fan più accaniti e i nuovi lettori che desiderano un romanzo di supereroi. La prosa muscolare di Faust e Phillips è dura e descrittiva, perfettamente adatta al compito di portare una nuova dimensione alla relazione conflittuale tra Batman e il Joker.

scatto d'autore

Raccontando il retroscena del più famoso nemico del Cavaliere Oscuro, la trama vede il proto-Joker affrontare una povertà estrema e una moglie incinta. È un comico tragico e in difficoltà, costretto a ricorrere al crimine per sopravvivere. Nella sua rapina di debutto, è inondato di sostanze chimiche tossiche che gli sfigurano il viso, facendolo impazzire e dando alla luce il Joker.

Fuggendo dall'Arkham Asylum, trama la sua impresa più diabolica... il suo SCHERZO ASSASSINO.

Mentre difendono Gotham City, Batman e Batgirl (Barbara Gordon) inseguono noti criminali come Maxie Zeus e Antonio Python Palmares, mentre il commissario Gordon e il detective Bullock affrontano un cartello criminale che distribuisce sniff risatina, una nuova droga avvincente inventata da un veleno creato da The Joker . Questi eventi disparati convergono in una cupa danza di morte che minaccia i più cari amici e alleati di Batman.

scherzo dell'uccisione 2

Dai un'occhiata al nostro estratto esclusivo da questo libro di Batman sorprendentemente coinvolgente nell'universo, per gentile concessione di DC e Titan Books:

episodio finale di samurai jack

Batman: The Killing Joke di Christa Faust e Gary Phillips (Titan Books)

Il gatto nero strisciava lungo la stretta sommità del muro di mattoni, la sua pelliccia bagnata luccicava mentre cadeva la pioggia durante la notte di Gotham. Un potente raggio di luce scese dall'alto, illuminando momentaneamente gli occhi senza profondità del felino, che scintillarono nel bagliore aspro. La luce passò veloce, un ronzio di turbine smorzate che accompagnava l'illuminazione in movimento. Il proiettore proveniva da uno dei numerosi dirigibili di pattuglia del dipartimento di polizia di Gotham City che attraversavano il cielo umido.

Dall'alto Gotham sembrava tranquilla, ma gli ufficiali nel dirigibile sapevano che era ingannevole. Mentre uno di loro pilotava l'aereo rigido, un altro indossava auricolari collegati a una console che controllava quello che era essenzialmente un'apparecchiatura di sorveglianza audio. L'elettronica all'avanguardia è stata convogliata in un'unità collegata al telaio del dirigibile. Mentre si trovava molto nella fase sperimentale, l'attrezzatura poteva rilevare eventi come una voce sollevata in difficoltà, un grido o uno sparo, spesso prima che ci fosse un contatto visivo.

Un terzo ufficiale, Nancy Payton, ha usato un binocolo di livello militare che sembrava più qualcosa di un film di fantascienza che aveva visto in televisione. Questi erano collegati da un cavo pesante a un'unità di controllo e avevano diverse aggiunte elettromeccaniche al loro telaio ingombrante. Le lenti utilizzavano una luce infrarossa modificata, per scrutare meglio nell'oscurità. Tutta l'attrezzatura portava il logo di una divisione di Wayne Technologies.

Il dirigibile continuò a librarsi nel cielo notturno, appena sotto uno strato di nuvole ribollenti illuminate da sotto dalle luci argentee della città. In basso, un grande veicolo nero scivolava per le strade scure e scivolose su cui era appena passato il dirigibile.

La cupa figura al volante era protetta dall'acquazzone da un tettuccio in vetro antiproiettile arrotondato che gli consentiva una visione completa a 360 gradi di ciò che lo circondava. Era noto agli abitanti della città, e non solo, come Batman. La sua era una terribile reputazione di investigatore e cercatore di verità. Alcuni lo chiamavano un vigilante, altri un eroe. Pochi osavano incrociarlo.

star wars la forza risveglia max von sydow

Il suo veicolo, la Batmobile, era una meraviglia unica nel suo genere, dallo scafo corazzato in fibra di carbonio al suo motore V12 a iniezione di carburante su misura, un mostro di ferro da 980 cavalli in grado di raggiungere circa 230 miglia all'ora se è nata la necessità. L'ariete sulla prua di questa nave terrestre era una versione stilizzata del cappuccio di Batman. L'elegante veicolo correva basso fino al suolo, ma era installato un sistema idraulico per impieghi gravosi che, premendo un interruttore a levetta, avrebbe consentito all'auto di sollevarsi, sia per evitare ostacoli in un inseguimento ad alta velocità che per impegnarsi in una schivata manovra.

Data la natura, qualcuno potrebbe dire ossessione, del suo lavoro, Batman modificava abitualmente i vari potenti gadget che aveva incorporato nel colosso blu-nero. C'erano porte che si aprivano, permettendo a una luce bianca accecante oa sfere esplosive di sparare. Un paio di mitragliatrici Browning a molla rivolte in avanti potrebbero fuoriuscire su entrambi i lati del cofano. Questi erano particolarmente efficaci nel disabilitare gli avversari che indossavano esoscheletri corazzati e per bersagli meno formidabili potevano essere passati a proiettili dormienti non letali.

La Batmobile vantava anche lanciatori di dischi elettrostordenti montati lateralmente e un prototipo di dispositivo laser in grado di tagliare fino a otto pollici di acciaio. Quella era un'aggiunta recente. Il veicolo possedeva persino lanciatori ad aria compressa che potevano sparare rampini perfidamente uncinati da entrambi i lati. Quando un gancio si attaccava a un muro oa qualsiasi struttura abbastanza stabile da fungere da ancora, l'auto poteva essere immediatamente alimentata in un'improvvisa svolta di 180 gradi.

L'automobile era leggendaria quanto il suo proprietario e i segreti dei suoi armamenti erano gelosamente custoditi. Poco sfuggì all'attenzione della figura mascherata. Con la coda dell'occhio vide un uomo che ondeggiava sul marciapiede, proteso in avanti per afferrare un lampione per tenersi in equilibrio. Batman rallentò e il suo primo impulso fu di fermarsi e prestare soccorso, ma poi vide l'uomo alzarsi in piedi. Aveva un sorriso da clown da carnevale sul viso.

Batman si accigliò sotto il cappuccio. Un altro sciocco individuo drogato, probabilmente quello conosciuto per strada come Giggle Sniff. Era un nuovo intruglio che era arrivato nella sua città, un modo in più per confondere la mente e distruggere il corpo. I medici stavano ancora valutando i suoi effetti a lungo termine, ma le implicazioni dei suoi sintomi erano inevitabili, specialmente per il Cavaliere Oscuro.

A volte la sua crociata, per ripulire Gotham da un tale veleno come esempio, sembrava travolgente. Il pazzo di potere Ra's al Ghul aveva suggerito una soluzione semplice: bruciare tutto e ricominciare da capo. Quell'approccio era in agguato in un angolo della mente di Batman, ea volte si chiedeva se il leader della Lega degli Assassini potesse avere ragione.

No, pensò, respingendo l'idea ancora una volta, la determinazione a rafforzare la sua determinazione. Gotham può essere salvata. Anche se gli ci è voluto il resto della sua vita. E quella sera stava facendo quello che sperava sarebbe stato un passo coraggioso in quel viaggio.

Il ringhio del motore era quasi impercettibile mentre gli edifici passavano veloci. In poco tempo era alla periferia della città, dove il paesaggio si appiattiva e il vento soffiava ancora più feroce tra gli alberi nodosi più vecchi della città stessa.

Enormi cancelli di ferro battuto apparvero nei potenti raggi dei fari. Batman si fermò all'ingresso dell'Arkham Asylum. Anche di giorno, il posto era squallido e inquietante, ancora di più con questo tempo. Aprendo il tettuccio che assomigliava più alla cabina di pilotaggio di un jet da combattimento che a un'auto, smontò la sua alta forma e si mise sotto la pioggia. Un mantello di kevlar che si trascinava dietro di lui, si diresse a grandi passi verso quei cancelli, il suo passo sorprendentemente leggero per un uomo della sua stazza.

Era il prodotto di anni di intensa formazione in un assortimento di discipline, avendo studiato con maestri di tutto il mondo da adolescente e poi da giovane adulto. Ha imparato le arti marziali come l'hapkido e il wing chun, l'analisi chimica, il cracking sicuro e le acrobazie che includevano quelli che venivano chiamati traceurs, correndo e poi saltando all'indietro dai muri, contorcendosi in posizioni apparentemente spaccaossa. Perfezionò il controllo del cuore e delle pulsazioni appreso da una setta nascosta di yogi che si dice avesse più di cento anni. Eppure niente di tutto questo lo avrebbe aiutato quella notte.

batman vs superman all'alba della giustizia flash

Il cancello non era bloccato. Lo staccò per aprirsi con uno stridio di vecchio metallo. Sapendo di essere osservato da tutti i lati, si diresse a grandi passi verso l'inquietante struttura di pietra con le luci che brillavano alle finestre.

Due uomini lo aspettavano davanti alla porta. Quando si avvicinò, rimbombò un tuono e un lampo frastagliato sfrigolò l'aria sopra di loro. Il lampo di luce carica contro le pareti ruvide del manicomio e i tetti a palafitte lo faceva solo sembrare più minaccioso, come se non fosse stato costruito, ma emergesse dagli inferi, esiliato e sgradito.

Nei primi anni del 1900 il suo fondatore, Amadeus Arkham, si era presentato come un pioniere nel campo della cura psichiatrica. La madre di Arkham, Elizabeth, aveva sofferto di malattie mentali ed era morta apparentemente vittima di suicidio. Questo lo aveva spinto a rinnovare la tenuta di famiglia ea dedicare le sue risorse ad aiutare gli altri, affinché non soffrissero come lei.

Eppure il posto era stato costruito su una menzogna. Amadeus Arkham aveva posto fine alla vita di sua madre, tagliandole la gola per porre fine alla sua sofferenza. Poi aveva represso il ricordo, nascondendo la verità alla sua mente ordinata. Il successivo omicidio di sua moglie e sua figlia lo aveva scioccato nel ricordare, facendo precipitare Amadeus in una spirale di follia fino a quando non fu condannato alla sua stessa istituzione. La storia di Arkham Asylum è stata intrisa di sangue. Batman era qui per affrontare il suo più grande nemico. Il loro sanguinoso conflitto sembrava infinito, con più vittime collaterali di quante ne potesse contare e nessuna buona fine in vista. Ci doveva essere una risoluzione.

Raggiunto la porta d'ingresso, fece un brusco cenno del capo ai due uomini in piedi fianco a fianco mentre la pioggia batteva incessantemente. Uno era Tim Carstairs, un poliziotto in uniforme del GCPD che Batman aveva incontrato alcune volte prima. L'altro teneva una tazza di caffè in polistirolo. Questo era il commissario di polizia, James Worthington Gordon. Il miglior poliziotto di Gotham indossava un trench marrone chiaro, il suo completo marrone e la cravatta a righe visibili sotto. Gocce d'acqua gocciolavano dall'orlo del berretto dell'uniforme e dal cappello di feltro del commissario.

Il commissario aveva un aspetto fuorviante. Capelli bianchi, baffi bianchi a spazzola di tricheco e occhiali, avrebbe potuto benissimo essere un infastidito preside di un liceo che si era girato in autostrada e si era fermato per chiedere indicazioni. Eppure Batman lo conosceva bene dai loro anni di associazione. Sotto quell'aspetto mite c'era un uomo che, nei suoi anni più giovani come agente in borghese, aveva rischiato la vita e la salute della sua famiglia per affrontare ed estirpare la corruzione che soffocava il dipartimento di polizia come kudzu.

La sua era una determinazione disciplinata che era rimasta forte mentre saliva di grado.

gente della terra - tbs

Copyright © 2018 DC Comics. BATMAN, THE JOKER, THE KILLING JOKE e tutti i personaggi e gli elementi correlati © & ™ DC Comics. WB SHIELD: ™ & © Warner Bros. Entertainment Inc. (s18) TIBO41406



^