Michael Di Martino

I creatori di Avatar: The Last Airbender non sono più coinvolti nella serie live-action di Netflix

>

Brutte notizie, benders.

L'adattamento live-action di Netflix di Avatar: L'ultimo dominatore dell'aria non avrà più alcun coinvolgimento da parte dei creatori originali della proprietà, Michael Di Martino e Bryan Konietzko . DiMartino ha rivelato la notizia ai fan tramite un post sul blog sul suo sito web , scrivendo che lui e Konietzko hanno preso la difficile decisione di uscire dal progetto come produttori esecutivi e showrunner dopo due anni di sviluppo. La lettera non lascia dubbi sul fatto che il duo abbia lasciato quella rovina dell'esistenza di Hollywood: differenze creative. Tuttavia, SYFY WIRE ha appreso che la serie live-action sta ancora andando avanti con Nickelodeon, Dan Lin e Rideback che rimangono attaccati.

'Mi sono reso conto che non potevo controllare la direzione creativa della serie, ma potevo controllare come rispondevo', ha scritto DiMartino, che ha citato due volte la saggezza di zio Iroh. 'Così, ho scelto di lasciare il progetto. È stata la decisione professionale più difficile che abbia mai dovuto prendere, e certamente non l'ho presa alla leggera, ma era necessaria per la mia felicità e integrità creativa.'



elenco dei film di fantascienza degli anni '80

'Per essere chiari, non è stata una semplice questione di non ottenere ciò che volevamo', ha aggiunto Konietzko in un lungo post su Instagram (vedi sotto). 'Mike ed io siamo persone collaborative; non avevamo bisogno che tutte le idee venissero da noi. Finché sentivamo che quelle idee erano in linea con lo spirito e l'integrità di Avatar , li avremmo abbracciati felicemente. Tuttavia, alla fine siamo giunti alla convinzione che non saremmo stati in grado di guidare in modo significativo la direzione della serie.'

'Abbiamo totale rispetto e ammirazione per Michael e Bryan e per la storia che hanno creato in Avatar serie animate', ha dichiarato Netflix in una dichiarazione fornita a SYFY WIRE. 'Anche se hanno scelto di abbandonare il progetto live action, siamo fiduciosi nel team creativo e nel loro adattamento'.

Mentre DiMartino è cautamente ottimista sul fatto che lo spettacolo possa ancora finire bene, ha sottolineato che il prodotto finito non sarà la versione che ha sognato con Konietzko.

'L'adattamento live-action di Netflix di Avatar ha il potenziale per essere buono', ha detto. “Potrebbe rivelarsi uno spettacolo che molti di voi finiranno per apprezzare. Ma quello di cui posso essere certo è che qualunque versione finisca sullo schermo, non sarà quella che Bryan e io avevamo immaginato o intendevamo realizzare.'

come una foglia al vento

'Ci sono persone meravigliosamente talentuose che stanno ancora lavorando alla serie, alcune delle quali Mike e io abbiamo assunto personalmente e che abbiamo conosciuto durante il nostro tempo sul progetto', ha detto Konietzko. 'Abbiamo lavorato molto duramente insieme per realizzare un sogno condiviso su quanto potesse essere speciale questo adattamento. Voglio vederli impiegati e spero che abbiano la possibilità di fare il loro miglior lavoro nella serie. Forse la squadra che rimane potrebbe essere ancora in grado di fare qualcosa che i fan dell'originale e un pubblico completamente nuovo possano apprezzare.'

SYFY WIRE ha anche appreso che DiMartino e Konietzko presumibilmente si sono scontrati con Netflix e gli altri creativi durante gli ultimi due anni di sviluppo su come adattare al meglio lo spettacolo in un formato live-action. Dopo aver raggiunto un'impasse, alla fine hanno deciso di farla finita.

Questa non è la prima traduzione live-action dell'amata serie. M. Night Shyamalan in precedenza lo aveva adattato in un lungometraggio nel 2010, ma il film era più o meno stroncato su tutta la linea .

Man mano che le notizie su questo ultimo sviluppo filtravano, i fan si sono rapidamente rivolti ai social media per esprimere il loro disappunto. Anche Greg Baldwin, il doppiatore di Iroh, ha registrato la sua sorpresa su Twitter:

Verso la fine della sua lettera, DiMartino ha sottolineato il fatto che questa grave battuta d'arresto non significa che abbia finito con il franchise multimediale:

David Bowie nel labirinto

'Voglio anche essere chiaro che questo non significa la fine del mio coinvolgimento nel Avatar universo. Queste storie e questi personaggi sono importanti per me e il rinnovato interesse ed eccitazione per Avatar e [ Leggenda di Korra ] è stato stimolante vedere.'

Tutte e tre le stagioni della serie animata originale, la versione cinematografica di Shyamalan e tutte e quattro le stagioni di La leggenda di Korra sono attualmente disponibili per lo streaming su Netflix.




^