Anthony Hopkins

Anthony Hopkins e Jodie Foster raccontano l'inquietudine dietro le quinte di Silence of the Lambs per il 30° anniversario

>

Sono passati 30 anni da allora Il silenzio degli agnelli ha presentato per la prima volta al pubblico terrorizzato il cannibale Hannibal Lecter e la sua interrogatrice Clarice Starling, l'ultima delle quali sarà presto il centro del suo show televisivo prequel.

Ma mentre una nuova interpretazione del personaggio si farà presto strada sulla CBS, le star del pluripremiato film originale del 1991, Jodie Foster e Anthony Hopkins, riuniti di recente per una conversazione per Varietà per discutere dell'ormai iconico film horror e delle loro esperienze nella realizzazione, nonché delle ispirazioni per le scelte di recitazione per i loro personaggi, che si basavano su quelle del romanzo omonimo di Thomas Harris.

Durante la loro chiacchierata, Foster ha notato che la scelta della voce di Hopkins per il suo personaggio ha dato il tono al film quasi immediatamente.



'Non abbiamo parlato molto prima della lettura vera e propria', ha detto durante il loro conversazione . «E quando ti sei lanciato in Hannibal Lecter, ho sentito un brivido nella stanza. In un certo senso, era come se fossimo quasi troppo spaventati per parlarci dopo.'

Da parte sua, Hopkins ha sentito di aver capito subito il personaggio, chiedendo sia un abito su misura per il loro primo incontro sia che Lecter fosse in piedi quando è arrivata, perché come ha detto al regista Jonathan Demme quando gli è stato chiesto: 'Sento l'odore di lei che scende corridoio.'

Ha anche sfruttato la voce che avrebbe usato per interpretare Lecter subito, e con grande gioia di Demme è rimasto nel personaggio tra una ripresa e l'altra, a volte anche reagendo ai membri dell'equipaggio come Lecter.

'Sapevo che aspetto aveva il personaggio. La voce mi era venuta alla prima lettura», raccontò Hopkins a Foster. 'Jonathan mi ha chiesto, e io ho detto: 'È come una macchina. È come HAL, il computer in [ 2001: Odissea nello spazio ]: 'Buonasera, Dave.'' Entra come uno squalo silenzioso.'

La scelta di Hopkins si è rivelata così memorabile che Foster ha detto che lo ricorda ancora e l'effetto che ha avuto sugli altri, qualcosa che il team di produzione del film ha colto al volo. 'Ricordo quella voce specifica che avevi, la sfumatura metallica della tua voce', ha osservato Foster. 'Chris Newman era il mixer audio e ha anche migliorato quello. È stato in grado di tirarlo fuori un po'.'

Ha aggiunto: 'Sento che siamo stati tutti ispirati dal libro'.

Hopkins ha anche ricordato un'altra ispirazione molto meno conosciuta per la sua interpretazione di Lecter: Christopher Fettes, un insegnante di movimento che aveva avuto alla Royal Academy of Dramatic Art. 'Aveva una voce tagliente e ti faceva a pezzi', ha condiviso Hopkins. «La sua analisi di quello che stavi facendo era così precisa; è un metodo che è rimasto con me per tutta la vita.'

Per Foster, trovare il personaggio di Clarice significava anche trovare la sua voce e come incarnarla attraverso di essa. 'Era una persona che era stata segnata dall'emorragia degli agnelli, dal suono e dal fatto che non poteva fare nulla per aiutarli', ha detto Foster, seguendo l'osservazione di Hopkins che era l'esistenza del suo personaggio in un mondo molto più guidato dagli uomini che ha reso Clarice un tale eroe.

Indiana Jones Temple of Doom Heart

'Mia madre mi ha detto: 'Perché vuoi interpretare questo personaggio che è un po' silenzioso e topo?' Aveva questa tranquillità', ha continuato Foster. 'C'era quasi un peccato che non fosse più grande, che non fosse più forte, questa persona che cercava di superare il fallimento del corpo in cui era nata. Ho capito che era la sua forza. In un certo senso, era proprio come le vittime: un'altra ragazza in un'altra città. Il fatto che potesse relazionarsi con quelle vittime l'ha resa l'eroe.'

Foster ha continuato a notare che il film è stata un''avventura che ha cambiato la vita' per entrambi, con i fan che fanno ancora riferimento a momenti iconici quando li incontrano. 'Sono sicura che trovi ancora persone che vengono da te e ti dicono: 'Vuoi un bel Chianti?'', ha chiesto a Hopkins.

'Oh sì', ha risposto. 'Loro fanno.'

Clarice in anteprima su CBS l'11 febbraio.




^