Gargoyle

Una storia orale di Gargoyles, la rivoluzionaria serie animata della Disney

>

Parla con chiunque sia associato a Gargoyle , la serie animata della Disney trasmessa originariamente dal 1994 al 1997 e, per una persona, useranno invariabilmente la frase 'in anticipo sui tempi'. Lo spettacolo è stato una partenza netta per la Walt Disney Television Animation, che aveva creato - negli anni precedenti - diversi spettacoli che hanno definito le generazioni che hanno formato The Disney Afternoon.

Per quasi 10 anni, The Disney Afternoon ha dominato la TV sindacata dopo la scuola con spettacoli come Le avventure degli orsetti gommosi , Racconti di paperi , Chip 'n Dale Rescue Rangers , TaleSpin , Anatra Alascura , e Truppa Pippo . Tuttavia, laddove quegli spettacoli erano luminosi, allegri e inesorabilmente ottimisti, Gargoyle era oscuro, intelligente, gotico e pieno di allusioni letterarie.

Lo spettacolo è stato un importante punto di partenza per l'azienda. Era una proprietà completamente originale che non era basata su una linea di giocattoli, un film o personaggi esistenti. E sembrava rivolgersi a un pubblico più anziano rispetto ai suoi predecessori Disney Afternoon.



Ma lo spettacolo ha percorso una strada lunga e accidentata prima di diventare finalmente la serie amata dai millennial più anziani e dalla tarda generazione X. Originariamente iniziò come una commedia d'avventura in linea con orsetti gommosi e non presentava affatto Golia. Nel corso di due anni di sviluppo e tre proposte al CEO della Disney Michael Eisner, lo spettacolo è cambiato radicalmente. E alla fine è diventato un grande successo.

Tanto che Michael Eisner (dopo essere stato smentito dall'acquisto della Marvel anni prima dell'eventuale acquisto) ha guardato allo show per costruire un nuovissimo franchise d'azione per l'azienda. Gargoyle doveva essere la base su cui sarebbe stato costruito un intero universo di spettacoli. Ahimè, cosa avrebbe potuto essere.

Durante la sua vita relativamente breve, però, Gargoyle ha davvero aperto nuovi orizzonti. A parte il netto contrasto nel design dei personaggi e nella tavolozza dei colori che aveva con le sue coorti Disney Afternoon, lo spettacolo vantava un cast sorprendentemente impressionante. Jonathan Frakes, Keith David, Marina Sirtis, Ed Asner e Frank Welker hanno tutti doppiato i personaggi principali. I ruoli di supporto o di guest star includevano artisti del calibro di Clancy Brown, Jim Cummings, Michael Dorn, Matt Frewer, Kate Mulgrew, Nichelle Nichols, John Rhys-Davies, Brent Spiner, Paul Winfield, Avery Brooks, LeVar Burton, Hector Elizondo, Roddy McDowall , Tony Shalhoub e John Forsythe. E tanti altri ancora.

Con i personaggi di Elisa Maza e Demona, Gargoyle era anche notevole per la presenza di due forti protagoniste femminili. In effetti, Elisa è stata una delle pochissime donne di colore a comparire in televisione dopo la scuola.

SYFY WIRE ha incontrato molte delle persone che hanno portato in tavola le loro visioni creative uniche e hanno contribuito a creare uno degli spettacoli più avvincenti mai creati dalla Disney. Queste sono, letteralmente, le persone che hanno portato Gargoyle alla vita. Insieme a Greg Weisman (creatore e produttore), Keith David (voce di Goliath), Jonathan Frakes (voce di Xanatos) e Carl Johnson (compositore), diamo uno sguardo indietro a questo spettacolo seminale che continua a fare scalpore e a comandare fan ossessione.

Se guardi quella stagione, sembra molto più simile a X-Men di Gargoyle . Molti personaggi si comportano fuori dal personaggio, l'animazione è di qualità mista e le storie non sono eccezionali. Quindi dal punto di vista di un fan, ignoriamo quella terza stagione. Pensiamo ai 18 fumetti che ho scritto per Slave Labor Graphics per essere la terza stagione 'canonica' ufficiale. Semplicemente non contiamo Le cronache di Golia .

Dare il Gargoyle Nuova vita

Con il successo di Giovane giustizia e il servizio di streaming Disney in arrivo il prossimo anno, le possibilità di vedere Gargoyle tornare non sono mai stati più grandi.

Greg Weisman: La gente mi dice ora che Gargoyle era in anticipo sui tempi. Penso che ci sia del vero in questo; lo spettacolo regge alla grande. L'unica cosa che risale davvero è la mancanza di telefoni cellulari. Penso che se la Disney mettesse quello spettacolo su un servizio di streaming, farebbe affari fenomenali. La gente si sarebbe abbuffata di quello spettacolo. Quando penso a Gargoyle , Penso che io e Frank Paur abbiamo creato lo spettacolo perfetto per il binge-watching, l'abbiamo fatto con 25 anni di anticipo.

Penso che lo show potrebbe fare grandi affari ora: mandare in onda 65 episodi e poi iniziare proprio con l'episodio 66 e una nuova stagione. Ma ha bisogno dell'aspetto del servizio di streaming per dimostrarlo. In questo momento, non c'è nessuno alla Disney che crede nella proprietà.

Stavamo iniziando ad avvicinarci proprio prima che la Disney comprasse la Marvel. Poi hanno comprato Marvel e Lucasfilm. E il pensiero era: 'Perché rischiare con uno spettacolo oscuro degli anni '90 che ha una base di fan di nicchia quando possiamo semplicemente fare Spider-Man o Ribelli di Star Wars ? Adesso abbiamo delle schiacciate nel nostro arsenale». Questo ha davvero fatto deragliare tutti i colloqui con la Disney che stavo avendo in quel momento. Non avevano più bisogno di rischiare.

Ma ora - e tieni presente che sono alla Warner Brothers e non ho informazioni privilegiate sulla Disney - credo che se mettono Gargoyle sul loro nuovo servizio di streaming, i fan si presenteranno e questo dimostrerà che ci sono soldi da fare. E poi penso che ci sia una reale possibilità che Gargoyle può tornare in qualche forma o forma.

Ogni volta che viene visualizzato quel servizio di streaming, questa è la nostra migliore occasione. E penso che sia un buon colpo.

Guardando l'orizzonte

Quando gli è stato chiesto se sarebbero interessati a tornare a Gargoyle se dovesse tornare in qualche modo, le risposte sono state tutte straordinariamente positive.

Davide: Interessato? 'Interessato' non inizia nemmeno a descriverlo.

Johnson: Oh assolutamente. Amo la proprietà, amo le persone, amo l'intera cultura che la circonda. Ma mi piacerebbe anche un altro tentativo di farlo suonare bene come la tecnologia ora gli permetterà di suonare. Se avessi avuto accesso alla qualità delle biblioteche elettroniche disponibili ora, avrei potuto fare un lavoro molto migliore allora.

Frachi: Oh, con tutti i mezzi. Non voglio che nessun altro reciti quella parte! Ho ancora la stessa voce!

Gargoyles: Angela avrebbe dovuto essere chiamata BQE? (Uno sguardo al passato)


^