2001: Odissea Nello Spazio

50 anni fa, 2001: Odissea nello spazio e Il pianeta delle scimmie hanno cambiato la fantascienza e la cultura

>

'Lascio il XX secolo senza rimpianti', intona il coraggioso astronauta che si imbarca in un'intensa e inspiegabile missione attraverso lo spazio e il tempo, in un film di fantascienza che celebra oggi il suo 50° anniversario.

Il 1968 fu un punto di svolta nella cultura americana: fu l'anno in cui Lyndon B. Johnson decise di non ricandidarsi alla presidenza, permettendo a Richard Nixon di essere eletto nel mezzo di diverse crisi, dalla guerra del Vietnam all'anno delle rivolte razziali che presero a calci dopo l'assassinio del leader dei diritti civili Martin Luther King, Jr. Il mondo del cinema ha guardato al futuro, con l'uscita di due dei film di fantascienza più seminali di tutti i tempi: 2001: Odissea nello spazio e Pianeta delle scimmie .

Ma mentre 2001: Odissea nello spazio viene dalla mente fredda e calcolatrice di Stanley Kubrick, la citazione nel primo paragrafo non è detta da uno degli astronauti del suo film, che si imbarcano in missione su Giove sull'astronave Scoperta Uno . No, l'astronauta che è quasi allegramente felice di essere libero dai capricci dell'umanità moderna è George Taylor, il protagonista di Charlton Heston in Pianeta delle scimmie , ascoltato nei momenti di apertura del film dando il suo definitivo assenso prima di un lungo periodo di letargo. 2001 è uno dei tanti capolavori di un regista più tipicamente cupo, ma anche in mezzo alla sua narrazione gelida, 50 anni dopo, il futuro dipinto nell'odissea nello spazio di Kubrick è stranamente più incoraggiante di quello raffigurato nel film di Franklin Schaffner Pianeta delle scimmie .



terra teen titans contratto di giuda

Quest'ultimo film è forse più conosciuto ora, oltre ad essere il fondamento creativo per il recente scimmie trilogia di revival – per il suo cupo finale tanto quanto per Heston che sibila un avvertimento a delle dannate scimmie che camminano e parlano. 2001 è, a suo modo, molto più ambizioso, ma c'è qualcosa di piuttosto audace nel concludere un film con la rivelazione che il personaggio di Heston ha viaggiato solo per centinaia di anni nel tempo, non nello spazio. Per la maggior parte del film, George Taylor pensa di essere bloccato su un pianeta alieno, non il suo, che alla fine sarà dilaniato da una guerra nucleare e invaso da parlare, camminare, combattere scimmie, gorilla e scimpanzé.

scimmie il finale è più diretto di quello di 2001 , che notoriamente ha ispirato il disprezzo di alcuni famosi partecipanti alla sua prima hollywoodiana. (I grandi film di Roger Ebert iscrizione nel film documenta la sua esperienza guardando quella premiere, incluso vedere Rock Hudson e altri uscire, Hudson che chiede a gran voce: 'Qualcuno mi dirà di cosa diavolo si tratta?') Mentre 2001: Odissea nello spazio è il film migliore, è il più fantastico e ha richiesto più tempo per penetrare nel pubblico. Pianeta delle scimmie ha ispirato rapidamente un franchising e ha incassato circa il doppio di quanto 2001 ha fatto nella sua versione iniziale.

A Hollywood piace presumere che al pubblico piaccia l'evasione dalla realtà, ma il successo generale di questi film... 2001 è ora uno dei film di maggior incasso di tutti i tempi al netto dell'inflazione, grazie alle riedizioni, va contro questa teoria. La tempistica dell'uscita di questi film è stata una coincidenza con l'assassinio di King, avvenuto il giorno dopo l'apertura e l'inizio di una serie di centinaia di rivolte negli Stati Uniti. Pianeta delle scimmie ha un protagonista che è entusiasta di rendersi conto che lui e i suoi compagni astronauti sono bloccati senza alcuna speranza di tornare sulla Terra.

Jeffrey Dean Morgan John Winchester

2001 il personaggio più umano in grado di esprimere emozioni è HAL 9000, un computer che si spegne dopo aver sabotato la missione Discovery One perché non è in grado di gestire lo stress di non raccontare agli astronauti il ​​vero scopo della loro missione. Questi film, anche Pianeta delle scimmie , con i suoi costumi e il trucco da scimmia sciocco, sono il più lontano possibile dall'evasione.

Ancora 2001 , pubblicato poco più di un anno prima che l'uomo camminasse per la prima volta sulla Luna, è leggermente più fiducioso sullo stato dell'umanità. Pianeta delle scimmie potrebbe aver risuonato di più nella primavera e nell'estate del 1968 non solo perché era meno impenetrabile al pubblico generale, ma perché confermava solo ciò che accadeva nelle strade del paese. Il suo finale contorto è tanto un colpo di coltello per Taylor, il cui disprezzo per i suoi simili rende la sua realizzazione che non ha mai lasciato la Terra tanto più addolorata, in quanto consente al co-sceneggiatore Rod Serling di promuovere la sua cupa (ma ragionevole) convinzione quell'uomo è semplicemente incapace di smettere di attaccare la sua stessa specie.

2001 , d'altra parte, è inteso come una rappresentazione obliqua ma fervente che l'evoluzione è costruita nella condizione umana. Proprio come le scimmie nella sezione iniziale di 2001 evolversi per usare strumenti e armi per sopravvivere, così anche la curiosità umana consente a uno di noi di evolvere verso la coscienza superiore rappresentata nel fenomenale finale del film.

Tom Cruise missione impossibile 3
2001: Odissea nello spazio

Credito: Metro-Goldwyn-Mayer (MGM)

50 anni dopo, è quasi impossibile immaginare un grande studio che rilasci o anche un genere di genere che dà il via libera come 2001: Odissea nello spazio o Pianeta delle scimmie . (Certo, quest'ultimo ha ispirato una nuova trilogia, ma qualcuno di quei film avrebbe avuto il via libera se la 20th Century Fox non fosse interessata a rifare un pezzo di proprietà intellettuale presumibilmente praticabile?) Anche il più positivo 2001 non serve molto alla razza umana in termini di sviluppo come personaggi tridimensionali; Dave Bowman potrebbe trasformarsi nello Star Child alla conclusione del film, ma è difficile dire che lo conosciamo come qualcosa di diverso dal prossimo passo per l'umanità.

Nel 1968, il pubblico avrebbe voluto scappare dalla dura realtà del mondo esterno, ma questi due film offrivano poche risposte facili in termini di ciò a cui i nostri desideri collettivi di esplorare e distruggere avrebbero portato. Che siano mai esistiti è una specie di miracolo.



^