Carrie Fisher

14 volte Carrie Fisher era l'eroe che stavamo cercando

>

La sua presentazione a noi è stata come una leader intraprendente, coraggiosa e senza paura, responsabile di se stessa. Viene catturata dagli Stormtrooper proprio all'inizio di Una nuova speranza, ma non prima che si metta in pericolo e ne faccia fuori uno mentre mostra al mondo che le donne non hanno bisogno di aspettare che un uomo si salvi.

Alla notizia della morte di Carrie Fisher, stavo scambiando i ricordi della mia principessa preferita con la mia amica Erin, che ha riassunto la prima scena di Leia in Guerre stellari con la citazione di cui sopra.

Non credo che avrei potuto dirlo meglio. Una mano che fa scivolare un disco in R2-D2, un paio di sguardi furtivi, e poi la vista di quel blaster sportivo Defender con la lunga canna mentre usciva da dietro l'angolo e tirava fuori uno Stormtrooper. Prima che lei pronunciasse una battuta, e prima di sapere chi fosse, sapevamo di cosa trattava Leia.



Proprio come Leia, sappiamo di cosa parlava Carrie Fisher. Ha lasciato un'impressione duratura sia sul pubblico in generale, sia sui fan di tutto il mondo - e forse anche in alcune galassie molto, molto lontane - attraverso una vita di onestà, umorismo e lavoro incredibile.

Per celebrare quella vita, abbiamo raccolto i nostri momenti preferiti di Carrie Fisher dalle sue esibizioni e dal suo lavoro, e abbiamo incluso alcune delle sue intuizioni davvero uniche e pepite di saggezza.

La fuga di Leia dalla Morte Nera
Star Wars: Episodio IV – Una nuova speranza

Il ruolo di Carrie Fisher nei panni della Principessa Leia nel 1977 Guerre stellari ( Episodio IV: Una Nuova Speranza ) era ovviamente uno dei personaggi femminili più innovativi nella storia del cinema, anzi, della finzione in generale. Tuttavia, l'importanza di quel ruolo potrebbe probabilmente essere distillata in un singolo momento chiave che ha rimodellato l'approccio dell'industria collettiva ai personaggi femminili lontano dall'essere damigelle indifese o oggetti sessuali sfruttatori.

La scena in questione era il salvataggio di Leia dal blocco di detenzione AA 23 sulla Morte Nera. A questo punto in Guerre stellari , sapevamo già che Leia possedeva un temperamento più forte di quanto il suo aspetto splendido e la sua bizzarra pettinatura da panino possano pensare, soprattutto da quando l'abbiamo vista tendere un'imboscata agli Stormtrooper sul Tantive IV. Tuttavia, mentre Luke, Leia, Han e Chewie si sono trovati immobilizzati dalle esplosioni di Stormtrooper senza alcuna soluzione a portata di mano, Leia ha strappato bruscamente il blaster dalle grinfie di un incapace Luke, ha fornito il suo fuoco di copertura e ha improvvisato la famosa fuga dallo scivolo della spazzatura!

Contestualmente, nel 1977, l'improvvisa eruzione alfa di Leia fu una svolta. Mentre l'idea di una donna tosta che afferra il proverbiale toro per le corna è qualcosa di facilmente scontato nei film d'azione e di fantascienza di oggi, questo momento, indipendentemente dalla miriade di cose che hanno reso Guerre stellari un tale fenomeno culturale - rimodellerebbe per sempre l'archetipo dell'azione femminile. Non commettere errori, la natura profonda di questo momento è imperniata sulla performance di una nuova arrivata nel mondo dello spettacolo in Carrie Fisher, che ha assolutamente cementato il suo status iconico. La sua perdita sarà molto sentita non solo dalle generazioni successive Guerre stellari comunità di fan, ma da un settore che ha contribuito a plasmare. – Joseph Baxter

Ingrandire(Immagine per gentile concessione dell'artista Leka di PixelBloodbath su Etsy )

Carrie Fisher la ribelle

Non vogliono assumermi tutto - solo circa tre quarti! - Carrie Fisher nel 2015 a Good Housekeeping U.K.


La maggior parte degli attori legati a grandi franchise stanno molto attenti a non mordere la proverbiale mano. Ma Carrie Fisher non ha mai avuto paura di chiamare BS quando non sopportava l'odore. Durante il press tour per Star Wars: Il Risveglio della Forza , Fisher non si è trattenuta quando le è stato chiesto se le fosse stato ordinato di perdere peso per tornare al ruolo di Leia Organa. Ha detto che la Disney le ha detto di perdere 35 libbre, e lei lo ha fatto, ma si è assicurata di parlare dell'ossessione di Hollywood per l'aspetto, e in particolare dei doppi standard che le attrici spesso affrontano.

Non cambia nulla, è una cosa basata sull'apparenza. Sono in un'azienda in cui l'unica cosa che conta è il peso e l'aspetto... Potrebbero anche dire ringiovanire, perché è così facile.

chel la strada per el dorado

Quante grandi star oggi parlerebbero così nel bel mezzo della promozione di quello che è stato forse il film più atteso di tutti i tempi? Vai avanti e pensaci, io aspetterò.

Ma quello era Fisher. Non aveva abbastanza soldi F-U, ma aveva abbastanza rispetto di sé e palle di ottone per parlare quando ne aveva voglia. Nella società odierna, pazza per il PC e attenta all'immagine, in cui la maggior parte delle celebrità sono addestrate ai media in blandi manichini con citazioni, Fisher è stata una boccata d'aria fresca.

A proposito, l'ultima riga di quella citazione - Potrebbero anche dire più giovane - è particolarmente interessante, visto il discorso su Rogue One e il suo uso innovativo della CGI per colmare il divario tra il film e Una nuova speranza . Possiamo solo immaginare cosa avrebbe detto Fisher al riguardo. Ma possiamo essere sicuri che sarebbe stata schietta. Perché non importa cosa, Carrie Fisher avrebbe sempre, SEMPRE, detto quello che pensava. –Mike Avila

Il primo bacio di Leia e Han
Star Wars: Episodio V - L'Impero colpisce ancora

Mentre si sporcano le mani aiutando a riparare il Millennium Falcon, un'abilità che la maggior parte delle principesse mostra raramente, Leia e Han condividono un momento incredibilmente tenero, sexy e intimo che porta all'appassimento della volontà custodita di Leia e lei permette alle sue emozioni di salire in superficie, se non per un momento, prima di essere interrotto da un certo droide protocollare color oro. La scena è brillantemente sincronizzata, montata ed eseguita dal regista Irvin Kershner, che la maggior parte degli attori pensava fosse un burbero burbero, e mostra la palpabile chimica sullo schermo tra Carrie Fisher e Harrison Ford, esibendo forse parte della reale conoscenza carnale dei due goduto durante le riprese del film originale, come rivelato nella recente autobiografia di Fisher, I Principi Diarist . La sua recitazione di 'I like nice men' è perfetta nel tono e nel tempismo ed è uno dei tanti motivi L'impero colpisce ancora è considerato il miglior film della saga di Star Wars. C'è uno sviluppo naturale di questo momento vulnerabile mentre balbetta e trema mentre Han si strofina le mani che trascende la semplice recitazione e noi la amiamo per questo. Dopo aver visto un montaggio di baci di Star Wars alla Star Wars Celebration dello scorso anno ad Anaheim, Fisher ha reagito dicendo: 'Mio Dio, non me ne ero mai reso conto. Ero piuttosto la sgualdrina spaziale. Ma hanno un bell'aspetto.' – Jeff Spry

Ingrandire

Su quel bikini (e il resto del suo guardaroba spaziale)

Il franchise di Star Wars è pieno di scelte di costumi strane e memorabili, ma Fisher probabilmente ha sofferto di più (eccetto per i droidi) nei suoi abiti. I capelli alla cannella di Fisher in Una nuova speranza ci sono volute due ore per assemblare e le ha chiesto di essere sulla sedia del trucco alle 5 del mattino 'Poi più tardi, l'ho fatto Sabato sera in diretta , e hanno appena messo un parrucchino che sembrava esattamente lo stesso. Ed ero sconvolto', ha scritto Fisher.

Poi c'è stata l'insistenza di George Lucas durante le riprese di quel film che 'non c'è biancheria intima nello spazio'. Ciò significava che una Fisher di 19 anni era senza reggiseno sotto le sue vesti bianche e sottilissime della Principessa Leia, con solo il nastro adesivo che proteggeva il film da un rating R involontario.

Il bikini di metallo che indossava Leia Il ritorno dello Jedi è stato a lungo uno dei preferiti dai cosplay — Jennifer Aniston l'ha persino sfoggiato in un episodio di Gli amici . Fisher ha scritto in La Principessa Diarist che inizialmente era nervosa per l'abito a malapena presente. Dovevo stare seduto molto dritto perché non potevo avere linee sui fianchi, come piccole pieghe, ha scritto Fisher. Nel La realizzazione del ritorno dello Jedi , Fisher ha detto all'autore, quando mi sono sdraiato, il bikini di metallo è rimasto alzato, così Boba Fett poteva vedere fino in Florida.

In questi giorni 'Slave Leia' ha causato alcuni grattacapi alla Disney Company, amica delle famiglie. Allo stesso tempo, Fisher si è appoggiato alla vulnerabilità di classe zero dell'armatura del costume giustapposta al momento 'Huttslayer' di Leia. 'Gli ho segato il collo con quella catena con cui ho ucciso [Jabba the Hutt]', ha detto Fisher. 'L'ho davvero apprezzato perché odiavo indossare quel vestito e stare seduto lì rigidamente dritto, e non vedevo l'ora di ucciderlo.'

In una recente apparizione al Wizard World di Chicago, la Fisher ha anche detto che se avesse avuto i poteri di Jedi, la Forza eliminerebbe per sempre la ceretta al bikini. —Denny Watkins

'Qualcuno che ti ama'
Star Wars: Episodio VI - Il ritorno dello Jedi

Anche se Fisher è ricordato per quel bikini dorato in Jedi , è il suo ruolo di cacciatore di taglie Boushh che si presenta al palazzo di Jabba con un prigioniero Chewie che mi ha scioccato da bambino e continua ad emozionarmi da adulto. Leia/Boushh rappresenta una minaccia legittima per gli Hutt con il suo detonatore termico (o 'ay yato yato', se preferisci), quindi si scopre che è la nostra principessa guerriera che si prepara a scongelare e salvare un certo contrabbandiere. Boushh che si toglie l'elmo per rivelare Leia ad Han è ancora uno dei momenti migliori della serie, e si colloca lì con la tenerezza della scena 'Ti amo' / 'Lo so'. Ha mostrato come Leia sia allo stesso tempo forte e tenera, e invece di una damigella in pericolo, è lei che si occupa del salvataggio. - Aaron Sagers

Tu spregevole maiale
I Blues Brothers

Anche se non ha goduto esattamente dello stesso livello di replay delle saghe di Star War, I Blues Brothers era un altro film spesso citato nella casa della mia infanzia. E Carrie Fisher era perfetta come donna misteriosa omicida a caccia di Jake e suo fratello Elwood. Conoscevo già Fisher come Leia, quindi mi ha deliziato senza fine vedere la principessa togliersi i guanti e rompersi male.

Certo, la Fisher ha interpretato l'ex piantata in piedi davanti all'altare, ma non è stata una vittima. Ha preso a calci ogni sorta di culo, e lo ha fatto con l'artiglieria pesante. Dopo aver affrontato i fratelli nella scena del tunnel, lei soccombe brevemente al fascino di Jake/John Belushi quando si toglie le ombre, ma in quel momento è stata anche un surrogato per il pubblico poiché nessuno poteva resistere al comico. Immediatamente dopo che lui l'ha usata di nuovo, lei si rialza ed è pronta a uccidere il bastardo.

Da ragazzo non ancora di 10 anni mi ha fatto capire che non solo avevo una cotta per la principessa Leia, ma anche per la donna dietro il personaggio. E forniva una citazione di vendetta (insieme alla promessa di Inigo Montoya) a casa: 'Quindi, per me, mia madre, mia nonna, mio ​​padre, mio ​​zio e per il bene comune, ora devo ucciderti'. - Aaron Sagers

Ingrandire

su 'Avere tutto'

Il fatto di avere tutto è che dovrebbe includere la capacità di avere tutto. Forse ci sono alcune persone che sanno come avere tutto. Probabilmente sono fuori in un gruppo da qualche parte, ridendo di quelli di noi che hanno tutto ma non sanno come farlo. -Carrie Fisher, Cartoline dal confine

La frase 'avere tutto' è abusata fino al punto di dare fastidio in questi giorni. Ma come sempre, Carrie Fisher era davanti alla curva. Nel 1987, ha scritto il paragrafo precedente nel suo bestseller semi-autobiografico (e in seguito ha scritto la sceneggiatura per il film del 1990, con Meryl Streep e Shirley MacLaine). Come sarebbe diventato il suo stile, ha messo a nudo tutti i suoi problemi, vulnerabilità e paure in quel libro, spesso con sarcasmo pungente e passaggi decisamente divertenti. Avrebbe rapidamente padroneggiato quella miscela di umorismo macabro e cruda onestà nei suoi scritti e nelle sue numerose interviste, e penso che ciò abbia aiutato molte persone, incluso me stesso, a identificarsi con lei.

Ecco questa grande star, conosciuta in tutta la galassia per aver interpretato la principessa Leia Organa, che parlava della sua tossicodipendenza e del suo disturbo bipolare. Questo fa la differenza. La gente parla di come le celebrità siano proprio come noi e le loro voci non dovrebbero avere più importanza. Ma la dura verità è che sì, potrebbero essere proprio come noi, ma le loro voci sono più forti. E Fisher lo capì e usò la sua piattaforma in un modo che finì per raggiungere un gran numero di persone con afflizioni simili. Col passare del tempo, ovviamente non ho mai dimenticato che era uno dei miei eroi da Guerre stellari . Ma la mia ammirazione e il mio rispetto per lei sono cresciuti vedendo la sua grazia sotto pressione e l'onestà brutale e inflessibile. - Mike Avila

'Hai ragione. Hai ragione. Io so che hai ragione'
Quando Harry ha incontrato Sally

Come la migliore amica di Sally di Meg Ryan, Fisher ha interpretato Marie nel film del 1989 -- e ha rubato ogni scena in cui si trovava. In questa scena, sta parlando della sua relazione con un uomo sposato, prima di provare a incastrare Sally con un roster di ragazzi e potenziali mariti. Non solo il tempismo di Fisher nella scena è stato perfetto, ma offre anche una performance come una donna credibile che riceve buoni consigli dagli amici, anche se sceglie di ignorarli. La relazione tra queste donne sembra autentica, anche se è dannatamente divertente da guardare. In un'altra nota, vale la pena rivedere il lavoro di Fisher in I 'Burbs' , uscito lo stesso anno. In quello, Fisher interpreta una rara donna etero di fronte al bizzarro Tom Hanks. - Aaron Sagers

Ingrandire
Difendere l'abbraccio di Rey
Star Wars: Episodio VII - Il Risveglio della Forza

In quella che speriamo non sia l'ultima scena di Fisher in assoluto Guerre stellari (secondo quanto riferito le sue scene dell'Episodio VIII sono confezionate), Leia abbraccia una Rey sconvolta dopo il suo ritorno dalla base Starkiller. Molti fan erano seccati dal fatto che Leia non fosse andata dritta a confortare Chewbacca, che aveva appena visto morire Han Solo. Quando le è stato chiesto se ciò l'ha infastidita come dottoressa di Hollywood di lunga data (per lo più non accreditata), Fisher ha detto che nessuno mi ascolta, ma ha difeso quel momento. Questo è stato evidente per me, [che Leia] ha abbracciato Rey prima di Chewie, ha detto Fisher. Ma [Rey] ha avuto un momento più difficile di quello di Chewie, credo. E sapevo in fondo che lo aveva fatto. - Denny Watkins

'Ero per la principessa Leia. Ero così vicino. Sai chi lo ottiene? Quello che dorme con George Lucas».
Urlo 3

Sapevi che Carrie Fisher è andata a letto con George Lucas per ottenere il ruolo di Leia? Questa è la voce che la sosia di Fisher Bianca Burnette (interpretata dalla stessa Fisher) si diffonde nel film del 2000 Urlo 3 . La meta scena nella parodia slasher è perfetta e senza dubbio una delle migliori dell'intero franchise horror. È la classica Fisher, secca e sardonica, anche se il suo ruolo di suora in viaggio (e accenno al sesso orale?) Jay e Silent Bob colpisce ancora nel 2001 merita una menzione d'onore. - Aaron Sagers

L'onestà del desiderio di bere

'Vivere con la depressione maniacale richiede un'enorme quantità di palle ... quindi se stai vivendo con questa malattia e stai funzionando, è qualcosa di cui essere orgogliosi, non di cui vergognarsi. Dovrebbero emettere medaglie insieme al flusso costante di farmaci.' - Carrie Fisher

La carriera di Carrie Fisher potrebbe essere stata lanciata con una serie di chignon, ma ha raggiunto l'apice quando ha preso la penna. Fisher, che soffriva di malattie mentali e tossicodipendenza, è stata in grado di scrivere delle sue lotte in un modo diretto, non sentimentale, ma del tutto comprensivo, prima come uno spettacolo teatrale e poi come un libro di saggistica, Desiderio di bere . Nello spettacolo, andato in onda su HBO e può essere trovato su YouTube, Fisher mette a nudo il suo passato come figlia dei reali di Hollywood, come icona di Star Wars e come sopravvissuta a molteplici problemi di salute mentale.

vedo Desiderio di bere come il vero momento clou della carriera di Fisher, il suo modo di mostrare al mondo come ha imparato a ridere della sua vita e della sua malattia. Era la sua migliore medicina. Come ha detto lei stessa, a sua figlia Billie Lourde, Tua madre è una tossicodipendente maniaco-depressiva. Tuo padre è gay. Tua nonna balla il tip tap e tuo nonno mangia gli apparecchi acustici. E mia figlia ride e ride e ride. E io ho detto: 'Tesoro, il fatto che tu sappia che è divertente ti salverà tutta la vita'. - Carol Pinchefsky

Perché, pastore nerf ottuso e dall'aspetto trasandato?
Star Wars: Episodio V - L'Impero colpisce ancora

Nonostante il titolo, Leia non è mai stata il personaggio stereotipato di prissy-principessa. Una delle citazioni cinematografiche più memorabili di Fisher è dell'Episodio V quando chiama Han Solo un pastore Nerf arrogante, mezzo scemo e trasandato mentre il cervello laser illuso lotta per difendere il suo machismo sulle note di Chewie e C- 3P0 ridacchiando in sottofondo (per quanto i suoni 'rwoooorwooo' di un Wookie e il beep di un droide possano avere una parvenza di risate umane). Mentre Han si sforza di difendere il suo status di maschio alfa, Leia dichiara di non sapere nulla delle donne baciando sfacciatamente Luke di fronte all'uomo, al Wookiee e al droide. - Liz Rayne

La vita con Gary

In un'intervista memorabile per La Forza si Risveglia, in cui ha osservato che non sarebbe stata da nessun'altra parte a quest'ora, tranne che in TV, Fisher, ora generale Leia, si è seduta con ABC News e il suo Instagram -famoso (per non dire ridicolmente adorabile) Boston terrier Gary. La personalità di dimensioni galattiche di Gary è nota per qualcosa di più della sua tipica lingua appesa. Sebbene i droidi terapeutici non esistano ancora, questo cane che ha una vaga somiglianza con Yoda era responsabile di essere una forza importante nell'aiutare Fisher a far fronte al disturbo bipolare. Gary e Fisher erano inseparabili al punto che lui l'ha accompagnata alla proiezione di Il Risveglio della Forza e ha dato una recensione ansimante con entusiasmo prima che la ABC gli desse la sua sedia da celebrità per l'intervista. Dai un'occhiata a un adorabile, e ora straziante, galleria di Gary e Carrie insieme sui red carpet e in giro per il mondo. - Liz Rayne

Ingrandire
Vita, morte e l'eredità di Star Wars

Nella sceneggiatura di Fisher per Cartoline dal confine , Suzanne - interpretata da Meryl Streep ma spesso vista come un avatar dell'autrice per la stessa Fisher - dice: Sì, sono io. Non voglio che la vita imiti l'arte; Voglio che la mia vita sia arte. Un esempio di come immaginare la sua vita come arte: nella sua autobiografia ( Desiderio di bere, ancora), Fisher ha descritto come potresti morire nel vuoto dello spazio quando il tuo corpo si espande ma la tua biancheria intima no. Quindi dico ai miei amici più giovani che non importa come vado, voglio che venga riportato che sono annegato al chiaro di luna, strangolato dal mio stesso reggiseno, ha scritto Fisher.

Ha sempre saputo che il suo ruolo in Star Wars avrebbe oscurato tutto il resto della sua carriera. 'Se stessi cercando di ottenere un buon tavolo, non direi di aver scritto Cartoline ', ha detto Fisher. 'Oppure, se sto cercando di convincere qualcuno a prendere il mio assegno e non ho un documento d'identità, non direi: 'Hai visto Harry ha incontrato Sally ?' La principessa Leia sarà sulla mia lapide.'

Fisher ha anche capito l'immortalità garantita da un ruolo che era una parte così massiccia della cultura pop. Alla sua apparizione di agosto al Wizard World Chicago, a Fisher è stato chiesto della scomparsa del suo co-protagonista di Star Wars Kenny Baker (l'attore all'interno di R2-D2) pochi giorni prima. Non mi connetto davvero con il fatto che se ne sia andato, ha detto Fisher. Se sei in Star Wars, davvero non ci vai mai. —Denny Watkins



^